Enel Creative Space Award

Enel Creative Space Award on Desall.com
Contest di interior design proposto da ENEL per la ricerca di nuovi concept utili ad allestire uno spazio dedicato alla creatività presso la sede di Roma, al fine di realizzare un ambiente altamente stimolante e a misura di persona, dove le Persone di Enel possano incontrarsi e generare idee, dando vita a progetti innovativi.
L’area progettuale è composta da due sale, una più grande (Sala Creativa) e una più piccola (Sala Pitch/Meeting), per un totale di circa 114 mq. Lo spazio non è all’ultimo piano e non sono presenti finestre rivolte all’esterno, l’altezza interna è pari a 2,65 m e dovrà ospitare circa 40 persone.

INDICAZIONI DI PROGETTO
– Illuminazione: quanto più naturale
– Musica e silenzio
– Natura e un richiamo dei suoi elementi
– Pareti scrivibili
– Profumi
– Libreria
– Ambiente che non ricordi l’ufficio Enel
– Arredi modulari e amovibili
– Materiali ecosostenibili e di recupero
– Fattibilità tecnica

Partendo dalle indicazioni di progetto, EmmeQ STUDIO sviluppa un concept basato principalmente sulla reale volontà di offrire ai dipendenti Enel uno spazio che possano sentire proprio e che possano sfruttare al meglio per le diverse attività proposte. Un rifugio moderno, dove natura e tecnologia possano trovare il sistema di coesistere ed integrarsi reciprocamente.
Arredi divenuti icone di design trovano la loro ambientazione tra pareti verdi e librerie in legno di riuso, le essenze degli orti verticali si diffondono nelle aree dedicate alla scrittura cielo-terra e alla proiezione.
Uno studio approfondito sull’illuminazione garantisce al fruitore degli ambienti la sensazione di trovarsi in contatto con l’esterno. La modularità degli spazi è garantita dalla scelta di arredi innovativi realizzati interamente in carta riciclata, ecologici, richiudibili e dalle infinite soluzioni di configurazione.
Ogni richiesta della committenza è stata studiata nei particolari e non per ultima la reale fattibilità tecnica ed economica del progetto.

Progetto realizzato in collaborazione con l’ Arch. Lorena Petrungaro

1
2
3
4
5
6
7
8